Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Padania Acque S.p.A.: Fonte Mujòon e la fontanella “AcquaPoint” per un comune sempre più “plastic free”

Doppia inaugurazione a Castelverde con i cittadini e gli studenti che, in due momenti diversi, si sono ritrovati per festeggiare l’arrivo di due nuovi punti acqua nel territorio comunale: la casa dell’acqua Fonte Mujòon, nel parco di via Orombelli, e la fontanella per interni AcquaPoint, situata al primo piano della scuola media Ubaldo Ferrari.

Ristorarsi con la buona acqua dell’acquedotto, limitare l’uso della plastica e incentivare il rispetto per l’ambiente. Questo il monito del sindaco Graziella Locci, la quale, affiancata dagli assessori comunali, ha invitato a fare un uso responsabile e sostenibile dell’acqua.

Fonte Mujòon, termine dialettale che, come ricordato durante l’inaugurazione dallo storico locale Danio Milanesi, affonda le proprie origini nella tradizione contadina di inizio Novecento, richiama le grandi vasche d’acqua (le “mùja”) in cui lo stelo del lino veniva posto a macerare per essere poi lavorato. Successivamente il nome è stato adottato per rinominare un quartiere del paese, il rione Mujòon, la zona in cui è presente la casa dell’acqua, volutamente collocata in un’area verde, punto di ritrovo per bambini, famiglie e sportivi.

Un nome significativo, che evoca una tradizione popolare e antica - non “passata” – come la nostra acqua del rubinetto che, dopo aver compiuto un viaggio pluridecennale di 150 km, dalle montagne alla pianura padana, sgorga dai nostri rubinetti, dalle fontanelle e dalle case dell’acqua fresca e ricca di sali minerali.

La mattinata è proseguita con l’intervento congiunto dei vertici di Padania Acque, rappresentati dal Presidente Claudio Bodini e dall’Amministratore delegato Alessandro Lanfranchi, e degli amministratori locali presso la scuola media, dove i ragazzi hanno presentato il progetto dedicato alla risorsa acqua, grazie a cui si sono aggiudicati in premio la fontanella AcquaPoint.

Un boato di gioia all’arrivo nell’aula magna della mascotte Glu Glu, che ha fatto il suo ingresso - a sorpresa - tra gli applausi incessanti di circa 130 alunni. «Altissima, purissima, dal rubinetto è buonissima» hanno cantato in rap i ragazzi, dimostrando così quanto l’acqua di rete sia di qualità e ottima da bere.

Una canzone che lancia un messaggio importante anche per gli adulti, spesso ancorati a pregiudizi infondati. La dirigente scolastica Susanna Rossi e gli insegnanti hanno sottolineato l’interesse e la sensibilità degli alunni nell’approcciare il tema dell’acqua potabile, da bere. Un impegno che li rende protagonisti del cambiamento della nostra società e ambasciatori dell’acqua del rubinetto.

Al termine, Glu Glu e i rappresentanti di Padania Acque hanno regalato a tutti la borraccia Goccia.